domenica 9 febbraio 2014

Bianco mangiare delicato al latte di mandorle


Per ora ho dovuto accontentarmi di fare mio solo questo delicato budino, ma non è niente male, credetemi, delicato e dolce senza essere stucchevole, come piace a me  ;-).
Ieri ho voluto provare a fare il latte di mandorle, una bevanda sana, ricca di proprietà, che può sostituire il latte vaccino per la colazione o nelle preparazioni dolci e salate nei casi di intolleranza al lattosio. Ho scoperto che è ottimo anche in cosmetica, come latte detergente, nutriente e rigenerante della pelle. Sembra che Giuseppina di Beauharnais, prima moglie di Napoleone ne facesse largo uso come cosmetico, per avere la pelle liscia...

Preparare in casa il latte di mandorle è semplice e veloce.
INGREDIENTI
200 gr di mandorle con la pelle
800 ml d'acqua
A piacere il latte di mandorle può essere dolcificato in corso d'opera con qualche dattero o aromatizzato con cannella e vaniglia (a mio parere con un cucchiaino di cannella in polvere e 7-8 datteri viene un ottimo latte di mandorle!).
PROCEDIMENTO
Scaldare dell'acqua in una piccola pentola, grande a sufficienza per contenere le mandorle. Quando l'acqua bolle buttarvi le mandorle e lasciarle bollire per qualche minuto. Scolare e spellare le mandorle (la pelle verrà via molto facilmente, quasi le mandorle salteranno via dalla buccia). Metterle in un frullatore insieme agli 800 ml d'acqua e frullare per qualche minuto.


Disporre un colino sopra ad un recipiente, ricoprire il colino con un canovaccio pulito in lino e versarvi il liquido ottenuto. Afferrare poi il canovaccio e strizzare bene.


Con la farina di mandorle rimasta nel canovaccio potete fare lo stesso giorno biscotti o macarons.


Una volta trasferito in una bottiglia con tappo il latte di mandorle si conserva in frigorifero per 2-3 giorni.


La bevanda che ne deriva è fresca e delicata. Si è prestata bene alla preparazione di questo biancomangiare. Per realizzarlo ho utilizzato le stesse proporzioni e modalità della panna cotta.

INGREDIENTI per 6 piccole porzioni
250 ml di latte di mandorle
70 gr di sciroppo di riso (o se preferite di zucchero di canna)
5 gr di gelatina in fogli
4 cucchiai di confettura di fragole senza zuccheri aggiunti
PROCEDIMENTO
Ammollare la gelatina in acqua fredda per 10 minuti.
Portare ad ebollizione in un pentolino il latte di mandorle con lo sciroppo di riso. Togliere dal fuoco, strizzare la gelatina e unirla al composto, rimettendo qualche minuto sul fuoco, finché non si scioglie del tutto. Preparare gli stampini in un piatto o vassoio, a piacere mescolare un po' di confettura di fragole al latte di mandorle e disporla sul fondo, lasciandola rapprendere per 15 minuti in freezer, altrimenti versare direttamente il latte negli stampi e lasciar raffreddare per 3-4 ore in frigorifero, prima di estrarre il budino dagli stampi. Il sistema più valido rimane sempre quello di immergere per pochi istanti gli stampi in acqua bollente per 2/3 della loro altezza e poi capovolgerli sul piatto di portata.



I budini possono essere decorati con qualche zuccherino (ovviamente non nella versione senza zucchero...).


Allora che dite, lo fate vostro?


Il latte di mandorle è perfetto anche per realizzare la crema pasticcera.

CREMA PASTICCERA SENZA LATTOSIO (per 3 persone)
Ingredienti:
2 tuorli
50 gr di zucchero di canna
13 gr di amido di mais
190 ml di latte di mandorle
la scorza di mezzo limone
mezza bacca di vaniglia
Procedimento:
Scaldare il latte di mandorle in un pentolino con la scorza di limone e la bacca di vaniglia. Quando bolle toglierlo dal fuoco.
Montare i tuorli con lo zucchero finché non sono bianchi (utilizzando lo zucchero di canna non verranno bianchissimi...), dopodiché aggiungere l'amido di mais setacciato, amalgamare bene e aggiungere il latte bollente dopo averlo filtrato. Trasferire in una casseruola e rimettere sul fuoco basso per qualche minuto (2-3 minuti), finché non si addensa.
Il sapore di questa crema pasticcera è decisamente più buono di quella tradizionale, provatela!

-

4 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  4. Voglio imparare da voi. buona fortuna ...

    RispondiElimina